Vittorio Tonon

Biografia

Vittorio Tonon inizia molto giovane la sua attività artistica come pittore figurativo neorealista, passando poi all’informale e all’astratto.
Studia all’Accademia di Belle Arti di Milano e poi approfondisce l’Arte moderna e contemporanea prendendo ad esempio grandi artisti come Schiele, Rothko, Bacon, ma soprattutto Marcel Duchamp. La sua attività artistica diventa interdisciplinare con interessi che spaziano dalla Land Art all’Arte Concettuale.

Nel 1980 realizza per la Provincia di Novara e la Regione Piemonte una “mostra-intervento itinerante” sulle avanguardie artistiche del novecento, imperniata sul movimento dadaista. Dopo il primo intervento al Broletto di Novara, fanno seguito altri sette allestimenti in importanti città italiane tra le quali Urbino (Palazzo Ducale), Mantova (Palazzo della Ragione), Milano (Facoltà di Architettura del Politecnico), Torino (Palazzo della Promotrice).

Negli anni novanta sperimenta nuove forme di installazioni artistiche, utilizzando materiali riciclati. Negli ultimi vent’anni organizza Eventi d’Arte contemporanea e costruisce grandi installazioni per e con il coinvolgimento di Scuole e Istituzioni Pubbliche, cercando di portare il messaggio della salvaguardia e il rispetto per l’ambiente naturale.

Nel 2006 ha partecipato a Parigi (Mairie du 5e Arrondissement in Place du Pantheon) all’iniziativa “Castelli aperti”, organizzata dalla Regione Piemonte e dalla Comunità Europea, per promuovere il turismo culturale in Europa attraverso mostre d’Arte contemporanea nei castelli e nei palazzi storici del Piemonte.

Nel 2011 ha organizzato all’Archivio di Stato di Novara una grande mostra per i 150 anni dell’Unità d’Italia con la partecipazione di 150 artisti.
Negli ultimi anni organizza e partecipa a Simposi e mostre collettive a livello nazionale e internazionale (Italia, Francia, Austria, Finlandia, Romania, Brasile, India, Cina, Messico, Mongolia).

Nel 2015 è curatore e artista a Milano, Palazzina Liberty, con la mostra internazionale: “Milano Expo dal 1906 al 2015 – 110 Artisti raccontano l’Italia” in collaborazione con il Comune di Milano ed EXPO Milano 2015.
Nel 2016 è invitato come artista ad Hangzhou: “China Global Arts Agenda” in occasione del G 20. Nel 2017 è presente come artista, curatore e critico d’arte a Venezia, Palazzo Mora, per l’evento “Personal Structures” con la partecipazione di 44 artisti internazionale di 23 diverse nazionalità. La mostra, promossa da Meadows International Fine Art con la collaborazione di European Cultural Centre e G.A.A. Foundation, si è tenuta come evento collaterale alla Biennale di Venezia e dopo un passaggio a Villa Giulia a Verbania e a Casa Bossi a Novara, nel dicembre 2018 è stata ospitata in Salle du Carrousel al Louvre di Parigi per “Salon des Beaux Art 2018”. Sarà presente a Parigi per lo stesso Evento anche nell’edizione del 2019.

Nel 2020 partecipa a “Mask Art – Creativity under Lockdown” mostra virtuale con 250 artisti di 120 nazioni, organizzata da “Meadows” con il patrocinio dell’UNESCO.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: